Sara Ormea

IL POLIEDRO HA TROVATO IL SUO POSTO

Ciao, mi chiamo Sara Ormea e faccio parte del reparto Assistenza di Domoria Torino.

Tra poco compirò 30 anni e, dopo diverse esperienze lavorative a contatto diretto con il pubblico, ho deciso di entrare nella squadra Domoria Torino perché condivido in pieno la sua missione.

Non ho mai operato nel settore immobiliare prima di oggi, ma ho sempre avuto e, ho tutt’ora, una passione sviscerata per le case!

Ma di questo aspetto parleremo più avanti.

Fin da piccola mi sono appassionata a svariate attività che appagavano la mia curiosità, dallo sport alla musica, mi è sempre piaciuto imparare cose nuove.

Ecco perché è stato un vero dramma dover scegliere l’indirizzo del liceo alla fine della scuola secondaria.

Non tanto perché non sapessi cosa fare ma perché, al contrario, pensavo che qualsiasi indirizzo fosse interessante, avrei voluto approfondire le materie scientifiche tanto quanto quelle umanistiche o artistiche.

Allora decisi di optare per l’indirizzo linguistico visto che mi permetteva di studiare tantissime materie differenti, comprese le diverse lingue straniere.

Mi piaceva circondarmi di persone che provenivano dai più diversi contesti sociali e trarre da ognuno di loro un modo diverso di vivere, di pensare, di guardare al futuro.

Sono sempre stata colei che poteva essere classificata come individuo multi potenziale e pluri funzionale, proprio come le diverse facce di un poliedro.

Purtroppo però, specialmente nell’età dell’adolescenza, questo concetto mi andava molto stretto.

In quegli anni è importante sapersi definire, conoscere o almeno credere di sapere a quale “mondo” si appartiene.

Vedevo le persone attorno a me che coltivavano le loro passioni, sapevano già come doveva essere o come speravano fosse il loro futuro e vi si gettavano a capofitto.

Io oscillavo sui miei piedi, travolta da un senso di inadeguatezza, mi chiedevo come potessero gli altri essere così decidi su tutto, pensavo di non essere determinata abbastanza e di non avere la vocazione per nulla.

Poi arrivò la quinta superiore e di nuovo c’era bisogno di scegliere.

In questo caso le pedine in gioco avevano un peso maggiore: si volgevano alla mia carriera lavorativa ed a tutta la mia vita futura.

Scelsi così la facoltà di giurisprudenza, ma allo stesso tempo, per aiutare la mamma con le spese universitarie, iniziai a lavorare in un negozio di abbigliamento.

Quello che doveva essere un semplice lavoretto part-time divenne in poco tempo full-time trasformandosi nella mia occupazione principale.

Mi era servito poco per preferire l’indipendenza economica che mi dava il lavoro ad un percorso universitario che avevo scelto troppo in fretta e forse anche inconsapevolmente.

L’indipendenza economica fa nascere in me il desiderio di diventare autonoma a tutti gli effetti lasciando il nido casalingo, così iniziai giorno e notte a consultare le più svariate App di vendita immobiliare.

Ma oltre a guardare case per me, guardavo annunci perché mi piaceva farlo, mi divertiva curiosare le foto per cercare di carpire lo stile di vita delle persone, mi piaceva provare ad immaginare come le avrei arredate io se ci fossi andata ad abitare.

Quest’attività è proseguita fino alla sera in cui il mio compagno, stufo di vedermi china sul telefono a consultare portali immobiliari piuttosto che seguire “l’interessantissimo” film thriller proposto da lui, mi suggerì di provare ad intraprendere una carriera lavorativa in quel settore.

Mai consiglio poteva essere più giusto!

Ed ecco che ho conosciuto Domoria, in piena pandemia, Veronica e Gianluca hanno visto in me quel valore multipotenziale che io non ero in grado di vedere, mi hanno presa per mano e nonostante il periodo non fosse dei migliori per assumere personale, hanno creduto in me investendo gran parte del loro tempo per formarmi e per farmi sentire non solo un tassello della struttura ma parte integrante di un grande progetto.

Non potevo trovarmi nel posto migliore al momento giusto.

In Domoria c’era bisogno di sviluppare tutto il lavoro del back office, c’era bisogno di dare una mano ai consulenti sempre più impegnati ad aiutare le persone che vogliono cambiare casa.

Così oggi mi ritrovo piacevolmente a sviluppare le perizie certificate e garantite Domoria per creare il business plan necessario a chi desidera cambiare casa ma per farlo deve vendere quella in cui vive.

La mia funzione è quella di coadiuvare i consulenti mallevandoli dagli aspetti burocratici che si possono svolgere in ufficio e di aiutarli ad organizzare l’agenda pianificando loro gli appuntamenti, le consulenze e le visite dirette agli immobili.

Oggi so di essere nel posto giusto perché svolgo un lavoro dinamico e soprattutto molto vario.

Ogni casa ha la sua storia, i suoi colori e il suo potenziale di trasformazione.

Nulla è statico, banale e ripetitivo, ecco perché non mi pesa affatto ogni mattina percorrere tutta la collina di Torino per arrivare in ufficio a scoprire quale giornata mi aspetta e quali novità avrò da gestire.

Finalmente il poliedro ha trovato il posto giusto in cui ogni sua faccia ha spazio per sviluppare nuove conoscenze e consolidare la sua qualità di apprendimento di svariati argomenti legati al mondo immobiliare.

Altri Consulenti Domoria

© GTI snc . All rights reserved. | P.IVA 10338550014